Court of the Dead: Mourners Call, Quando i morti iniziano a giocare

Court of the Dead: Mourners Call, Quando i morti iniziano a giocare

Ci troviamo nell’oltretomba, un reame creato per raccogliere le anime e le energie dei mortali che morendo rilasciano e che vengono date ai reami celesti e infernali, in eterna guerra tra loro.

Scatola del gioco


La Morte, eterno sovrano di questo luogo, ha deciso di ribellarsi alla guerra, ma il suo reame non ne ha la forza; per questo ha bisogno di immagazzinare segretamente risorse ed energie per vincere, sapendo che a sua volta il suo regno è diviso in tre fazioni che si contendono la supremazia e il favore della Morte: la fazione delle Ossa, dello Spirito e della Carne.

Ci siamo, stiamo per giocare a Court of the Dead: Mourners call, preparatevi ad un dettagliato tutorial!

Istruzioni

A inizio gioco a ogni giocatore verranno date 3 carte “obiettivo segreto” allineate ognuna a una delle fazioni; ogni giocatore ne sceglie una e la copre, ma dirà pubblicamente a quale fazione lui è affiliato. Quindi, a ogni giocatore verrà data una Mourner Card allineata alla fazione scelta, che arriva con la miniatura raffigurata sulla carta. Ogni carta “obiettivo segreto” dà punti vittoria addizionali a fine partita che si aggiungeranno ai punti ottenuti dagli indicatori di influenza verso le 3 fazioni e agli Unity Token ottenuti durante la partita. Chi ottiene più punti vittoria vince.

Prima fase

All’inizio del turno, il giocatore che controlla la miniatura della Morte (il primo giocatore) tira tanti dadi pari al numero di giocatori, il risultato è la quantità di Etherea che sempre il primo giocatore dovrà dividere in tante pile pari al numero di giocatori +1. Quindi ogni giocatore, partendo dal secondo di turno, sceglie una pila e la mette nella propria plancia giocatore. La pila rimasta viene posta nella Dirth Forge sul tabellone.

Seconda fase

In seguito, ogni giocatore, partendo da chi possiede la Morte, pesca una Wallow Card, una sorta di carta obiettivo del turno che dà vantaggi se completata.

Terza fase

Si procede a un Draft per le Court Card.

Plancia di gioco

Quarta fase

È la parte più importante dell’intera partita. Ogni giocatore, a partire da chi controlla la Morte, compie una tra varie azioni: spendere Etherea per comprare una miniatura o una Mourner Card con relativa miniatura; giocare una Court Card precedentemente draftata; attivare una Mourner Card; spendere influenza per spostare una o più miniature in una delle 12 zone sul tabellone, cercando di ottenerne il controllo tramite la maggioranza di miniature presenti. Questa fase finisce quando tutti i giocatori passano consecutivamente.

Quinta fase

Si controlla uno dei due indicatori sul tabellone, la Dreadsgrip. Questa indica quante miniature posso rimanere su una singola zona del tabellone. Se questo numero viene superata il proprietario di ogni miniatura dovrà tirare un dado: con uno o due, la miniatura torna nella plancia del giocatore.

Sesta fase

Si controlla il secondo indicatore presente sul tabellone, il Celestial Suspect. Questo indica quanta Etherea i giocatori devono spendere in quel turno come gruppo, aggiungendo quella messa da parte a inizio partita. Il giocatore che contribuisce di più ottiene 3 Unity Token; gli altri, se hanno contribuito con almeno 1 Etherea, ricevono 1 Unity Token.

Settima fase

Si applicano gli effetti delle zone di gioco. I giocatori che controllano le zone ne applicano gli effetti e ne prendono i benefici. Inoltre, ogni giocatore in questa fase può prendere benefici se controlla la maggioranza in una o più gilde di miniature.

Ottava e ultima fase

È il Clean up dove si svolgono in ordine varie cose: si applicano gli effetti di certe Mourner Card, si restituiscono alla riserve le tre miniature speciali, si applicano le possibili penalità per Wallow Card incompiute, e si ripristinano le Mourner Card utilizzate precedentemente nella fase delle azioni.

Il gioco termina quando la riserva di Unity Token finisce.

Cosa ne pensiamo

In generale questo gioco è piaciuto a chiunque finora ci abbia giocato (14 giocatori su 14 hanno gradito). Ha diverse meccaniche, ma già dalla fine del primo turno il gioco è risultato chiaro a tutti.

Chiaramente, essendo un gioco che prevede anche le carte, queste possono risultare non sempre bilanciate, ma si tratta di un fattore poco rilevante dal momento che le Court Card sono poche e girano spesso tra i giocatori che quindi possono usufruirne allo stesso modo.

Graficamente il gioco è spettacolare, delizia per gli occhi. I segnalini delle plance dei giocatori e dei due indicatori del tabellone sono teschi di metallo, il fiume di anime raffigurato sul tabellone ha un effetto lucido, le miniature sono ben fatte, in particolar modo quelle dei generali delle tre fazioni e le due oversize della Morte e del suo giullare di corte.
La scatola in sé è fatta in modo tale da avere sempre tutto ordinato e ogni cosa vi trova il posto appropriato.

Personalmente l’unica pecca che ho trovato nel gioco è la sola disponibilità in inglese, che spesso ostacola chi non conosce la lingua. La cosa è leggermente attutita dalla legenda presente nella carta “riassuntiva” del gioco, ma spesso non è abbastanza.

Berto

Vieni in associazione

Giulia Licciardello

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: